Dieta alcalina del pH: come funziona

menu dieta alcalina
Alcuni cibi producono scorie acide. Scopri quali sono e come bilanciarli bene a tavola con una dieta disintossicante e dimagrante.

Quando si parla di acidità si pensa subito ai bruciori di stomaco, spesso scatenati da un pezzetto di cioccolato o da una tazzina di caffè. Ma ci sono cibi “insospettabili”, come i cereali e il pesce, capaci di alterare il pH (la misura del grado di acidità o alcalinità) di tutto il nostro corpo.
L’utilizzo da parte dell’organismo di proteine, carboidrati e grassi comporta infatti la produzione di scorie acide che devono essere eliminate dai reni. Se queste sostanze sono troppe, e l’organismo non è più in grado di smaltirle a dovere, ecco che si accumulano nei tessuti favorendo diversi disturbi: cellulite, infiammazione delle articolazioni, calcoli renali, osteoporosi.

Alcuni studi scientifici hanno dimostrato che, per tamponare l’eccesso di acidità, l’organismo “spreca” alcuni minerali alcalinizzanti, primo fra tutti il calcio presente nelle ossa. Altre ricerche hanno invece messo in relazione l’alterazione del pH con alitosi, rigidità muscolare, difficoltà di concentrazione, stanchezza, invecchiamento precoce.
L’acidosi determina infatti uno stato infiammatorio che è una delle principali cause dell’invecchiamento delle cellule.

Il rimedio è puntare sugli alimenti giusti. Frutta e verdura vanno inserite nella dieta. Uva, banane, patate e carote sono utilissime per combattere l’acidità e riequilibrare il pH. Ma anche agrumi, pomodori e peperoni (a dispetto del loro sapore acido) hanno un effetto alcalinizzante.
Riso, fiocchi d’avena, carne in scatola, trota e formaggio grana sono invece i cibi che fanno produrre più scorie acide. Cerca di azzerarne l’effetto mangiando tanta frutta e verdura.

Elenco cibi acidi e alcalini

I ricercatori tedeschi Remer e Manz, attraverso una formula matematica, sono riusciti a stabilire il potere che ciascun cibo ha di rendere più acido o alcalino il pH. Basta quindi che la somma dei “più” e dei “meno” che vedi nell’elenco qui di seguito si equivalga (o meglio ancora, che il risultato sia negativo) per eliminare il rischio dell’acidosi.

Cibi Acidificanti

Cereali

  • cornflakes +6,0
  • fiocchi di avena +10,4
  • pane bianco +3,7
  • pane croccante di segale +3,3
  • pasta +6,5
  • pasta all’uovo +6,4
  • pasta integrale +7,3
  • riso +12,5
  • riso parboiled +1,7

Legumi

  • fagioli +1,2

Frutta secca

  • noci +6,8

Carni e Salumi

  • carne pressata in scatola +13,2
  • maiale magro +7,9
  • manzo magro +7,8
  • pollo +8,7
  • tacchino +9,9
  • vitello +9,0
  • salame +11,6

Pesce

  • acciughe +7,0
  • filetto di merluzzo +7,1
  • trota bollita o arrosto +10,8

Latte, formaggi e uova

  • latte intero pastorizzato +0,7
  • panna fresca e acida +1,2
  • yogurt magro naturale +1,5
  • formaggio a pasta dura +19,2
  • formaggio molle grasso +4,3
  • formaggio grana +34,2
  • uovo +8,2

Grassi

  • burro +0,6

Dolci

  • cioccolato al latte +2,4
  • gelato alla vaniglia +0,6
  • zuppa inglese +3,7

Bevande

  • bevande a base di cola +0,4
  • birra a basso contenuto alcolico +0,9

Cibi Alcalinizzanti

Legumi

  • piselli -3,1

Verdure

  • asparagi -0,4
  • broccoli -1,2
  • carote -4,9
  • cavolfiori -4,0
  • cipolle -1,5
  • funghi -1,4
  • lattuga -2,5
  • melanzane -3,4
  • patate -4,0
  • peperoni -1,4
  • pomodori -3,1
  • salsa di pomodoro -2,8
  • porri -1,8
  • spinaci -14
  • zucchine -4,6

Frutta

  • ananas -2,7
  • arance -2,7
  • banane -5,5
  • fragole -2,2
  • kiwi -4,1
  • mele con la buccia -2,2
  • mirtilli -6,5
  • nocciole -2,8
  • pere con la buccia -2,9
  • pesche -2,4
  • succo di arancia -2,9
  • succo di limone -2,5
  • uva -21,0

Grassi

  • margarina -0,5

Dolci

  • marmellata -1,5
  • miele -0,3
  • zucchero -0,1

Bevande

  • caffè all’americana -1,4
  • tisane -0,3
  • vino bianco secco -1,2
  • vino rosso -2,4

I numeri indicano la capacità acidificante (+) o alcalinizzante (-) di 100 grammi di alimento.
Fonte: studio di Remer e Manz pubblicato sull’American Journal of Clinical Nutrition.

Dieta alcalina e pH degli alimenti

Per mantenere il giusto equilibrio tra cibi acidificanti (come pasta, riso, carne e pesce) e alcalinizzanti (la maggior parte dei vegetali), ecco dei consigli utili da seguire:

  1. non consumare primo e secondo nello stesso pasto;
  2. consuma molta frutta e verdura;
  3. preferisci il riso parboiled a quello normale;
  4. preferisci la pasta all’uovo a quella integrale;
  5. sostituisci il pane con le patate (altrettanto ricche di carboidrati ma con un’azione opposta sul pH);
  6. per condire e cucinare utilizza l’olio d’oliva (neutro) al posto del burro (leggermente acidificante).

Ti sembra troppo complicato? Allora segui la dieta proposta nel menù qui di seguito e tenere sotto controllo acidità (e peso forma!) sarà facilissimo.

Menù Dieta Alcalina: schema settimanale

Questa dieta ha un menù alcalinizzante che abbassa l’acidità. Inoltre aiuta a dimagrire perchè è una dieta da 1300 calorie al giorno. Praticando regolare attività fisica e seguendo la dieta, puoi perdere fino a 5 chili in un mese e il tuo pH sarà di nuovo in equilibrio a vantaggio della salute.
Prova subito la dieta e poi, se vuoi, verifica il tuo grado di acidità con un semplice esame delle urine.

Tutti i giorni
Colazione
: 200 ml di latte intero (128 calorie), 20 grammi di gallette di segale integrale con un cucchiaino di marmellata ciascuna (circa 100 calorie)
Spuntino a metà mattina: 1 tisana o 1 caffè all’americana con 1 cucchiaino di zucchero (circa 10 calorie)
Merenda a metà pomeriggio: 100 ml di succo di arancia (33 calorie)
Condimenti: ogni giorno puoi usare 4 cucchiaini di olio extravergine di oliva (che non è acidificante né alcalinizzante) per condire e cucinare (20 grammi di olio di oliva, 180 calorie); spezie e odori a piacere
Bevande: 1,5 litri di acqua al giorno, scegliendone una con pH superiore a 7 (trovi l’indicazione sull’etichetta)

Lunedì
Pranzo
: 80 grammi di riso parboiled condito con 100 grammi di salsa di pomodoro e basilico (284 calorie); 200 grammi di spinaci lessati spolverizzati con 1 cucchiaio di grana grattugiato (100 calorie); 200 grammi di ananas fresco (80 calorie)
Cena: 200 grammi di petto di pollo cotto alla piastra (200 calorie) e condito con succo di limone, 100 grammi di insalata di lattuga con succo di limone (circa 19 calorie), 100 grammi di patate lesse o al forno (85 calorie), 100 grammi di uva (61 calorie)

Martedì
Pranzo
: 80 grammi di pasta condita con 200 grammi di peperoni misti cotti in padella (342 calorie), 200 grammi di banana con succo di limone (130 calorie)
Cena: 200 grammi di filetto di merluzzo al forno con succo di limone (160 calorie), 100 grammi di patate lesse o al forno (85 calorie), 100 grammi di carote crude (35 calorie), 200 grammi di kiwi con 1/2 cucchiaino di zucchero (98 calorie)

Mercoledì
Pranzo
: 80 grammi di riso parboiled in bianco (266 calorie), 200 grammi di cavolfiore lessato e poi gratinato in forno con 1 cucchiaio di formaggio grana grattugiato (90 calorie), 15 grammi di nocciole tostate (98 calorie)
Cena: succo di pomodoro preparato con 300 grammi di pomodori freschi (57 calorie), frittata di 2 uova e 100 grammi di patate lesse (225 calorie), 250 grammi di mele bio con la buccia e con 1 cucchiaino di zucchero (105 calorie)

Giovedì
Pranzo
: 80 grammi di pasta condita con 200 grammi di broccoli a cimette lessati e saltati in padella (336 calorie), 100 grammi di insalata di lattuga con succo di limone (19 calorie), 100 grammi di mirtilli con 1 cucchiaino di zucchero (45 calorie)
Cena: 200 grammi di fesa di manzo cotta in padella o alla piastra (206 calorie), 150 grammi di piselli già lessati in barattolo e saltati in padella con 50 grammi di cipolla affettata (121 calorie), 200 grammi di uva bianca o nera a piacere (122 calorie)

Venerdì
Pranzo
: 80 grammi di riso parboiled condito con 100 grammi di salsa di pomodoro e basilico (284 calorie); 300 grammi di peperoni, zucchine e melanzane in padella (60 calorie), 200 grammi di arance (68 calorie)
Cena: 90 grammi di crescenza di latte vaccino (253 calorie), 200 grammi di pomodori ciliegini o perini in insalata (38 calorie), 200 grammi di banana con succo di limone e 1 cucchiaino di zucchero (150 calorie)

Sabato
Pranzo
: 80 grammi di pasta condita con 200 grammi di zucchine cotte in padella (342 calorie), 200 grammi di spinaci lessati spolverizzati con 1 cucchiaio di formaggio grana grattugiato (100 calorie), 200 grammi di ananas fresco tagliato a tocchetti (80 calorie)
Cena: 100 grammi di acciughe fresche marinate (96 calorie), 100 grammi di patate e 100 grammi di cipolle al forno (112 calorie), 100 grammi di macedonia di frutta mista (uva, banane, mele, ananas, kiwi) con 40 grammi di gelato alla vaniglia (120 calorie)

Domenica
Pranzo
: 80 grammi di tagliatelle all’uovo condite con 100 grammi di funghi freschi e 1 cucchiaio di panna fresca (360 calorie), 50 grammi di insalata di lattuga con succo di limone (10 calorie), 100 grammi di mirtilli (25 calorie)
Cena: 200 grammi di asparagi lessati e conditi con 2 uova strapazzate e 1 cucchiaio di formaggio grana grattugiato (238 calorie), 50 grammi di pane bianco (135 calorie), 130 grammi di uva bianca o nera a piacere (79 calorie)

Nota: quando non trovi un tipo di frutta perchè non è stagione, sostituiscila con altra frutta presente nel menù.

leggi anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error:
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Benvenuto sul Blog! Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione con cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, accetti il servizio e gli stessi cookie. Migliora la tua esperienza, trova quello che cerchi e... buona navigazione!